Eseguire il backup di un sito è una delle attività di manutenzione più importanti per un sito web.

Non sarà certo la prima volta che senti questa frase e non sarà nemmeno l’ultima. Ed è assolutamente vero, specialmente se il tuo sito è fatto con WordPress.

Un aggiornamento andato male, un plugin corrotto, un errore del server durante un’operazione critica, l’attacco di un hacker… può succedere di tutto durante la vita di un sito web. Ed è in questi casi che si sente spesso dire “Se solo avessi fatto un backup…”.

Bene, oggi ti spiegherò come eseguire il backup di un sito WordPress.

ARGOMENTI


Componenti del backup

Le componenti del backup di un sito WordPress sono essenzialmente due:

  • Il codice sorgente, ovvero tutti i file contenenti codice e risorse necessari all’esecuzione del sito
  • Il database a cui il sito si connette per leggere e scrivere i dati, come opzioni di configurazione e contenuti

I file si trovano fisicamente sul server che ospita il sito e sono tipicamente accessibili (nel caso il tuo sito stia utilizzando uno shared hosting o hosting condiviso) tramite software FTP.
Il database è accessibile tipicamente tramite pannello di controllo dell’hosting provider e/o tramite client web come phpMyAdmin: questo varia a seconda del fornitore di hosting e non c’è una regola precisa.

Backup dei file tramite FileZilla

Per eseguire il backup dei file utilizziamo un software gratuito chiamato FileZilla, scaricabile sia in versione installer che portable.
Apri FileZilla, inserisci nella barra di connessione veloce i parametri dello spazio FTP forniti dal tuo hosting provider e premi il pulsante Connessione rapida:

Connessione FTP con FileZilla

Nel riquadro di sinistra (che rappresenta il tuo computer), posizionati nella cartella in cui vuoi che vengano scaricati i file del tuo sito.

Nel riquadro di destra (lo spazio web del tuo sito), posizionati nella cartella contenente tutti i file WordPress. Avrai di fronte un elenco molto simile (se non identico) a questo:

Elenco file WordPress in FTP

Seleziona tutte le cartelle e i file del tuo sito (riquadro di destra), premi il tasto destro e seleziona l’opzione Scarica (o Download, se il software è in lingua inglese).

A questo punto FileZilla inizierà a scaricare tutti i file e le cartelle che hai selezionato, l’unica cosa da fare è attendere la fine del processo, che avverrà quando non sarà più presente alcun file nel riquadro File in coda nella parte più bassa della finestra di FileZilla.

Inoltre, sempre nella parte più bassa della finestra, sarà anche presente la dicitura Trasferimenti completati (N), dove N sarà il numero di file e cartelle scaricati nel tuo computer, a conferma dell’operazione avvenuta con successo.

Esito trasferimento FTP in FileZilla

Backup dei file tramite web client net2ftp

Alcuni hosting provider mettono a disposizione anche dei client FTP accessibili direttamente dal browser.

Se il tuo hosting provider dovesse metterti a disposizione il client net2ftp, qui ti spiego come puoi fare il backup dei file in modo ancora più semplice tramite questo strumento.

Accedi al client tramite l’apposita pagina di autenticazione (di solito ci si arriva da un link presente direttamente nella dashboard del tuo spazio web).

Ti troverai di fronte allo stesso elenco di file che vedresti accedendo tramite FileZilla, ma con un’interfaccia di questo tipo:

Elenco file WordPress in FTP net2ftp

Come nel caso di FileZilla, naviga nella struttura dei file fino a raggiungere i file di WordPress di cui vuoi eseguire il backup.

Seleziona i file e cartelle che vuoi scaricare, tramite apposito checkbox sulla sinistra e premi il pulsante Scarica presente nella toolbar in alto a destra:

Download backup in net2ftp

Ecco fatto!

La cosa bella di questa alternativa è che le risorse verranno scaricati direttamente come un unico archivio compresso in formato zip, risparmiando quindi spazio e riducendo i tempi di scaricamento (e eventuali operazioni manuali di compressione a posteriori, nel caso di FileZilla).

ATTENZIONE: Se hai l’impressione che dopo aver premuto il pulsante Scarica non stia succedendo niente, stai tranquillo… sembra che non stia succedendo nulla, ma non è così: ci vorrà qualche secondo (o anche qualche minuto) prima che si apra la finestra per lo scaricamento del file, in quanto il client prima di far partire il download deve effettivamente creare l’archivio zip con le risorse richieste, alla fine di questo processo partirà effettivamente il download.

Backup del database tramite phpMyAdmin

phpMyAdmin è il più famoso client web per l’accesso a database MySQL (come quello che utilizza il tuo sito WordPress).

La maggior parte degli hosting provider mette a disposizione l’accesso al database del sito tramite phpMyAdmin, perciò è molto probabile che anche tu ricada in questa casistica.

Per procedere al backup accedi al client tramite apposita pagina di autenticazione (di solito ci si arriva da un link presente direttamente nella dashboard del tuo spazio web, come per l’accesso FTP).

Qui è necessario fare una precisazione: sebbene phpMyAdmin sia un software molto diffuso, questo è anche open source. E tipicamente ogni hosting provider opera una sua personalizzazione di questo software, soprattutto in termini estetici, come una sorta di branding.
Per questo motivo l’immagine che vedrai qui riportata quasi sicuramente non corrisponderà a ciò che vedrai aprendo phpMyAdmin per il tuo database:

Schermata iniziale phpMyAdmin

Ad ogni modo, questo non ci fermerà: fortunatamente, al di là dell’estetica, le funzionalità che ci servono si trovano sempre nello stesso posto, quindi vediamo di procedere.

Seleziona la voce Esporta nella barra di menu in alto:

Funzionalità esportazione in phpMyAdmin

Ti verrà presentata una schermata per selezionare la modalità di esportazione: scegli l’opzione Rapido e il formato che desideri (solitamente SQL) e premi il pulsante Esegui.

Esportazione SQL in phpMyAdmin

Ti verrà chiesto dove salvare il file di esportazione e a questo punto partirà il download.

Ora non ti resta che tenere il file scaricato in un posto sicuro e sperare di non averne mai bisogno!

[BONUS] Backup del database tramite dashboard OVH

Scaricare un backup automatico giornaliero

Se sei cliente OVH e possiedi uno shared hosting, un backup del tuo database viene già fatto ogni giorno automaticamente.

Questo però non ti mette al riparo da ogni possibile situazione disastrosa: nel caso di OVH, i file di backup creati automaticamente si trovano nello stesso datacenter in cui risiede il tuo sito. Se va a fuoco il datacenter (è successo realmente un pò di mesi fa proprio ad OVH!), se ne va il tuo sito e con sé anche il backup!

Per questa ragione, la primissima opzione è quella di scaricare il backup fatto in automatico da OVH.

Per farlo, dopo aver effettuato l’accesso alla dashboard del tuo hosting:

  • Seleziona il tab Database
  • Premi il pulsante con la matita che si trova nella colonna Backup, in corrispondenza del database di cui vuoi scaricare il backup
Download backup giornaliero da dashboard OVH

Verrà visualizzato l’elenco dei backup disponibili per il download.

Scegli il backup che vuoi scaricare (probabilmente quello con data più recente) e seleziona l’opzione Scarica il backup dal menu che compare premendo il tasto con i tre punti sulla destra nella riga del backup di interesse.

Creare un backup e scaricarlo

Per farlo, dopo aver effettuato l’accesso alla dashboard del tuo hosting:

  • Seleziona il tab Database
  • Premi il pulsante con i tre puntini sulla destra, in corrispondenza del database di cui vuoi effettuare il backup
  • Nel menu che si aprirà, seleziona l’opzione Crea un backup
Creazione backup da dashboard OVH

Ti verrà chiesta la data del backup da creare: scegli l’opzione Adesso e premi il tasto Continua.

Nella schermata che segue ti verrà presentato il riepilogo delle opzioni selezionate, insieme ad un avviso che ti dice che riceverai il link al backup tramite email. Premi il tasto Conferma per confermare l’operazione.

Dopo un paio di minuti ti arriverà un’email contenente il link al backup da scaricare.

Anche in questo caso vale lo stesso ragionamento dei backup automatici giornalieri: finchè non scarichi il backup non sei al sicuro, pertanto consiglio di farlo non appena ricevi l’email.

Conclusione

Abbiamo visto come puoi effettuare il backup di un sito WordPress, sia per quanto riguarda i file e le risorse (FTP) che per quanto riguarda i contenuti e le configurazioni (database).

Mi raccomando: non pensare che i disastri succedano solo ai siti degli altri, sii prudente ed effettua sempre backup periodi dei tuoi siti, vedrai che non te ne pentirai!